Distretti produttivi, Turano: “Li rilanceremo, devono essere motori dello sviluppo”

Rilanciare i distretti produttivi siciliani sul piano organizzativo e strategico. Questo il punto centrale dell’incontro a Palermo tra l’assessore regionale alle Attività produttive Mimmo Turano e i rappresentanti dei distretti produttivi dell’Isola.

Nel corso della riunione i distretti hanno chiesto all’assessore Turano di valorizzare il ruolo della consulta dei rappresentanti legali dei distretti e soprattutto di avere un ruolo attivo nella nuova programmazione e in generale per tutti i bandi. E l’assessore sottolinea: “I distretti produttivi siciliani non possono essere vissuti come un problema ma devono essere realmente i motori dello sviluppo locale, per questo è necessario superare le recenti criticità e ripensarne il ruolo nella nostra strategia economica”.

“L’incontro di oggi – spiega l’assessore Turano – è servito a superare un primo problema relativo al riconoscimento dei distretti. Il decreto del 2005 prevede una validità del riconoscimento della durata di tre anni, trascorsi i quali i distretti riconosciuti devono andare al rinnovo. Di fatto dal 2017 la situazione dei rinnovi e dei riconoscimenti era praticamente bloccata, oggi però abbiamo garantito ai rappresentanti dei distretti che faremo un bando con domande a sportello per consentire i rinnovi ed anche le nuove costituzioni”.

“Abbiamo chiaro il quadro delle criticità ma non possiamo limitarci a queste. Abbiamo il compito di rilanciare il ruolo dei distretti di cui conosciamo le potenzialità e anche il lavoro svolto in questi anni, per questo ho chiesto ai rappresentanti dei distretti un documento che ci consenta di avviare un’animazione sui territori per stimolare le imprese a credere in realtà che possono essere dei presidi territoriali di sviluppo e occupazione e non delle scatole vuote”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI