Donato (Lega) al ministro Speranza: “Riaprire subito il punto nascita di Pantelleria”

L’europarlamentare della Lega, Francesca Donato, rilancia la richiesta di riaprire il punto nascita dell’ospedale di Pantelleria dopo che il suo appello del 5 marzo è rimasto inascoltato. Per la Donato è un atto necessario per la situazione in cui vivono gli abitanti dell’isola e, in particolare, le donne in gravidanza che, in caso di necessità, sarebbero costrette ad un trasferimento in terraferma.

L’appello parte dopo che in Sardegna, sull’isola della Maddalena una partoriente ha perduto il proprio bimbo per un ritardo nell’arrivo dell’elicottero che avrebbe dovuto trasportarla in una struttura ospedaliera al di fuori dell’isola.

“Non si può più tacere né attendere oltre – ha detto la Donato – di fronte alla scellerata scelta di chiudere i punti nascita nelle isole minori di Sicilia e Sardegna. Tutto ciò espone a gravi rischi la salute delle gestanti e dei nascituri ed è pertanto intollerabile e incompatibile col diritto alla salute che la Costituzione afferma come inviolabile per tutti i cittadini. Chi vive nelle isole minori non può essere costretto a trasferirsi al di fuori del proprio territorio se vuole avere un figlio in serenità e sicurezza”.

“Rinnovo il mio appello, fino ad oggi inascoltato, al Ministro della Salute affinché rimuova tutti gli ostacoli normativi. Ogni ulteriore giorno di ritardo significa colpevole indifferenza verso la vita e la salute di moltissime donne, madri o future madri oltre che dei loro piccoli”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI