Donato: “Vaccini e mascherine anticostituzionali”. La preside frena: “Illustri il programma”

Toni accesi nel confronto tra candidati a sindaco tenutosi questa mattina alla scuola Ascione di Palermo, nel quartiere di Borgo Nuovo. Il battibecco ha però riguardato non tanto gli avversari politici quanto la preside dell’Istituto e la candidata ed europarlamentare Francesca Donato, che ha puntato il dito sulla situazione pandemica.

“Non sono una no vax. Ma sono da sempre contro le norme anticostituzionali – ha affermato -. L’obbligo vaccinale è anticostituzionale. Vengono sospese persone guarite e non ha alcun fondamento scientifico. Ciò esiste solo nel nostro paese. Come l’obbligo di mascherine a scuola”.

La preside è allora intervenuta chiedendo di illustrare il programma e di non parlare delle idee personali. Donato piccata ha risposto: “Mi perdoni sono un eurodeputato non sono abituata ad essere interrotta. Se non le piace quello che sto dicendo mi fermo”. La preside ha invitato la candidata a proseguire ma mantenendo un certo focus.

“Molto triste quello che sta facendo – ha proseguito -. Rispetto la legge e secondo la Costituzione non c’è obbligo di mascherina. Gente ha dato la vita – indica un quadro con personaggi come Borsellino e Impastato – senza aver paura di multe, di obblighi stupidi o di vessazioni da parte della mafia. Io non ho paura. Mi denunci, impugnerò la sanzione e vincerò in tribunale”, conclude.

Il video

CUFFARO: “NON SONO MAI STATO RITENUTO COLLUSO CON LA MAFIA DALLA SENTENZA”

DONNA UCCISA A COLTELLATE A VITTORIA, FERMATO IL PRESUNTO ASSASSINO: GESTO “IMMOTIVATO”

RAPINE IN FARMACIA E ALLA STAZIONE: ARRESTATE DUE PERSONE NEL PALERMITANO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI