Donna trovata morta “per cause violente” nel Catanese: fermato il marito

Mistero sulla morte di una donna originaria di Letojanni. I Carabinieri del Comando provinciale di Catania stanno infatti indagando sulla morte di Debora Pagano, 32enne trovata ieri senza vita nel bagno della casa di famiglia a Macchia, una frazione del Comune di Giarre, nel Catanese.

Il decesso sarebbe avvenuto per cause violente. I primi rilievi sono stati eseguiti da militari dell’Arma del Sis e della compagnia di Giarre. A dare l’allarme sarebbe stato il marito 40enne della donna, Leonardo Fresta, fermato dalle autorità come confermato dal suo legale.

La sua posizione sarebbe al vaglio della Procura di Catania: avrebbe denunciato i fatti solo ieri, ma il decesso sarebbe avvenuto venerdì. “Il mio assistito è rimasto due giorni sotto choc senza riuscire a capire cosa fosse successo e nemmeno lui sa spiegare perché”. Sono le parole dell’avvocato del marito che parla di una relazione “tranquilla” tra i due.

Intanto è stata disposta l’autopsia sul corpo della vittima. La coppia ha una figlia piccola che era con i nonni materni che vivono a Letojanni, paese del Messinese.

PALERMO, SEQUESTRO DI BENI MOBILI ED IMMOBILI A IMPRENDITORE COLLUSO CON LA MAFIA

PALERMO, INCIDENTE IN VIALE REGIONE SICILIANA: DUE DONNE FERITE, UNA È GRAVE

ACIREALE, ACCUSA UN MALORE MENTRE GUIDA L’AUTO: MUORE UN UOMO DI 45 ANNI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI