Droga, scovata una piantagione di marijuana: arrestata una coppia di palermitani

La Polizia di Stato ha tratto in arresto una coppia di palermitani con pregiudizi di polizia: lui 37enne, lei 35enne entrambi domiciliati presso una villetta di Misilmeri, responsabili dei reati di coltivazione di sostanza stupefacente del tipo marijuana e furto aggravato di energia elettrica. Gli arresti sono maturati nell’ambito dei rafforzati servizi di controllo predisposti dal Questore di Palermo per la prevenzione ed il contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, con lo scopo di monitorare non solo il territorio cittadino, ma anche la provincia.

L’attività, condotta dagli agenti del Comissariato di P.S. “Brancaccio”, ha tratto spunto da alcune intuizioni investigative che, sviluppate sul territorio, li ha condotti, durante alcuni servizi di osservazione ed appostamento, ad una villetta in una contrada nel territorio di Misilmeri, dove si è ritenuto potesse essere coltivato dello stupefacente.

Ad alimentare i sospetti dei poliziotti dell’investigativa del Commissariato, il particolare che tale immobile sembrava allacciato abusivamente alla rete elettrica; infatti il reato di furto di energia elettrica è spesso associato alla presenza di serre indoor, in ragione dei costi di gestione dell’illecità attività, che richiede preparazioni e “cure” costanti; per cui si è richiesto l’intervento dei tecnici dell’Enel e si è deciso di intervenire facendo ingresso all’interno dell’abitazione.

Una volta dentro, e dopo avere identificato la coppia, gli agenti hanno effettuato la perquisizione domiciliare che ha permesso di rinvenire, all’interno di una stanza, una piantagione indoor di sostanza stupefacente, costituita da 197 piante di marijuana alte circa 1 metro. La stanza che ospitava la piantagione, era attrezzata con reattori, lampade, impianti di areazione, ventilatori ed altre tipologie di strumentazione; il tutto alimentato da un allaccio che i tecnici Enel hanno accertato essere abusivo. Inoltre, procedendo nella perquisizione dell’abitazione gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato, 10 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana già essiccata.

Lo stupefacente, l’attrezzatura ed i materiali per la coltivazione sono stati posti sotto sequestro. L’uomo e la donna, arrestati nella flagranza dei reati di coltivazione di sostanza stupefacente e furto aggravato di energia elettrica, in attesa di udienza di convalida sono stati condotti presso la Casa Circondariale “Lorusso” di Pagliarelli. Gli arresti sono stati convalidati dall’Autorità Giudiziaria.

MALTEMPO, IL CAPO DELLA PROTEZIONE CIVILE CURCIO A CATANIA

NUBIFRAGIO A CATANIA, MUSUMECI: “SITUAZIONE ASSAI CRITICA. SERVONO INTERVENTI STRAORDINARI”

MALTEMPO IN SICILIA, OGGI ALLERTA ARANCIONE A CATANIA E MESSINA: SCUOLE CHIUSE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI