Droga, trasportavano le dosi sulle ambulanze: retata fra Messina e Catania

La Guardia di Finanza di Messina ha sgominato un’organizzazione criminale che operava tra Sicilia, Lazio e Abruzzo, e che spacciava droga in piena pandemia utilizzando anche le ambulanze per eludere i controlli anti-Covid. Sono otto le persone arrestate, accusate a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata al traffico e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Nell’operazione “Red Drug” sono stati sequestrati 65 kg di marijuana. Nonostante le restrizioni previste durante il periodo del lockdown, quando a tutti era precluso qualsiasi spostamento per la “zona rossa” – da qui il nome dell’operazione – i soggetti indagati si muovevano indisturbati, trasportando e distribuendo importanti partite di sostanze stupefacenti.

Oltre a fare ricorso ai consueti metodi di mascheramento delle comunicazioni, sfruttavano cinicamente la fase emergenziale e la frequente presenza, per quel periodo, di ambulanze che attraversavano le vie delle città. Promotori e organizzatori sono risultati un pregiudicato messinese, ritenuto contiguo al clan mafioso messinese Spartà, e due catanesi, vicini alla famiglia Nizza, facente parte del clan mafioso catanese Santapaola-Ercolano. Con loro tre corrieri della droga che curavano l’approvvigionamento e la distribuzione, in Abruzzo e Sicilia, della droga, in particolare marijuana, fornite da un 61enne di origini messinesi ma domiciliato a Roma.

Le indagini, dirette dalla Direzione distrettuale antimafia di Messina, hanno consentito di ricostruire tutte le fasi dell’illecito traffico: dalla pianificazione dell’approvvigionamento al trasferimento di ben tre carichi di sostanze stupefacenti, uno dei quali destinato a Pescara e due in Sicilia.

L’operazione odierna, oltre ad aver represso un lucroso traffico di droga sull’asse Roma-Pescara-Messina, ha documentato “un consolidato e stabile collegamento criminale” fra il clan Spinelli (imparentato con i romani Casamonica e Spada) ed esponenti dei clan siciliani Spartà e Santapaola-Ercolano.

VOTO DI SCAMBIO, PROSCIOLTO L’ASSESSORE CORDARO 

COVID IN SICILIA, DUE NUOVE ZONE ROSSE

COVID, IL PREMIER DRAGHI FIRMA IL DECRETO PER IL GREEN PASS

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI