È morto padre Bartolomeo Sorge, uno dei protagonisti della “Primavera” di Palermo

È morto padre Bartolomeo Sorge, gesuita, teologo e politologo, esperto di dottrina sociale della Chiesa. Aveva 91 anni. Sorge è stato uno dei protagonisti della “Primavera” di Palermo e sostenne l’esperienza politica del sindaco, Leoluca Orlando.

Il 3 dicembre dell’anno scorso nei locali della facoltà teologica di Palermo, Sorge aveva presentato la sua ultima opera letteraria dal titolo “I sogni e i segni di un cammino”, scritto a quattro mani con Maria Concetta De Magistris.

Nato a Rio Marina (Isola d’Elba) il 25 ottobre 1929, Bartolomeo Sorge è entrato nella Compagnia di Gesù nel 1946. Ha diretto: La Civiltà Cattolica (1973-1985); l’Istituto di formazione politica “Pedro Arrupe”, da lui fondato (1985-1996); Aggiornamenti Sociali (1997-2009) e Popoli (1999-2005).

“Con padre Bartolomeo Sorge scompare un teologo e un intellettuale raffinato che ha profuso in Sicilia grande impegno per diffondere nel tessuto sociale isolano la cultura della legalità, divenendo punto di riferimento per le classi dirigenti, non solo politiche. A nome personale e dell’intero governo della Regione le più sentite condoglianze”.
Lo dice in una nota il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci.

Il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha dichiarato a proposito: “Padre Sorge ha avuto un importante ruolo nel più ampio impegno dei Gesuiti nella storia di cambiamento della città e della politica nazionale. Un impegno che ha trovato a Palermo momenti di anticipazione e di sperimentazione di rinnovamento etico, culturale e politico sin dai primi anni ’80 e nel cui contesto trovarono spazio e voce istanze e modelli diversi”.

“Fra questi – continua – alcuni legati alle forme-partito ancorate ad un approccio ideologico ed altri, che con le esperienze della Primavera trovarono il proprio punto di partenza e sono proseguite negli anni, improntati al rinnovamento delle forme della politica e della partecipazione, non più legati alle ideologie quanto ad una visione di sviluppo delle comunità nel più ampio contesto globale”.

VITTORIA E CENTURIPE NUOVE “ZONE ROSSE” IN SICILIA

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DELL’1 NOVEMBRE 2020

IL BOLLETTINO NAZIONALE DELL’1 NOVEMBRE 2020

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI