Eleonora Abbagnato nella bufera: “insulta i ballerini”. Il sindacato chiede la sostituzione

È al centro delle polemiche la ballerina palermitana Eleonora Abbagnato, dopo avere ricevuto gravi accuse da parte dei suoi colleghi.

I componenti del corpo di ballo del’Opera di Roma, infatti, tramite una lettera del sindacato, hanno accusato la Abbagnato, 41 anni, di minacce e insulti.

“Durante le prove di Romeo e Giulietta a Caracalla – si legge in una lettera scritta dai rappresentanti sindacali – la signora Eleonora Abbagnato si è rivolta alla compagnia con epiteti ingiuriosi, gravemente lesivi della dignità personale e professionale dei ballerini”.

“Tali epiteti – continuano i sindacati – sono stati, inoltre, seguiti da minacce che, nostro malgrado, dobbiamo riportare alla lettera, riguardanti la stessa attività lavorativa di alcuni componenti del Corpo di Ballo: ‘col ca**o che vi rinnovo il contratto!”.

“Precedentemente – hanno aggiunto i sindacati -, come si diceva, la Signora si era rivolta all’intera compagnia con un esplicito ‘andate tutti a fare in cu*o’, mimando l’offensivo cosiddetto ‘gesto dell’ombrello’. Non sono poi mancati insulti verso la stessa Fondazione, ancora una volta in totale spregio del suddetto Codice Etico e delle più elementari norme di buona educazione, che è stata pubblicamente definita dalla Sig.ra Abbagnato, in quella stessa occasione ‘teatro di mer*a‘”.

Di conseguenza, per i sindacati l’Abbagnato non dovrebbe ricoprire il ruolo di direttrive del corpo di ballo della Fondazione Lirica: “Lei sostiene che c’è un clima pesante che lei vivrebbe nella compagnia, ma che, come si evince dalle risultanze dell’assemblea, altro non è che lo specchio del suo modo di svolgere il proprio ruolo”.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI