Elezioni Amministrative 2019 in Sicilia. Centrodestra in ripresa, M5S flop /I SINDACI ELETTI

In fondo alla pagina l’ELENCO DEI SINDACI già eletti al primo scrutinio

10.00: Situazione definitivamente delineata in quasi tutti i comuni, come da tabella in fondo alla pagina. Nei grandi comuni sindaci eletti a Bagheria e Aci Castello, negli altri cinque centri si va al ballottaggio.

9.30: Ballottaggio a Caltanissetta. Michele Giarratana: “Il progetto che ha portato avanti il centrodestra è stato apprezzato da 4 nisseni su 10, dovremo essere più incisivi. Sia la Lega che il Movimento 5 Stelle hanno addirittura mosso i ministri in campagna elettorale, quindi loro ci tenevano tantissimo; noi ci siamo mossi come abbiamo sempre fatto, con il nostro progetto e la nostra concretezza. Non ci preoccupa nessuno, la nostra coalizione resterà compatta”. Roberto Gambino: “Siamo il primo movimento politico a Caltanissetta per numero di voti e questo è un dato incontrovertibile. Sentiamo addosso una grandissima responsabilità”.

08.12: Palermo è la provincia più lenta nello spoglio. A Bagheria, dove si profila la vittoria di Filippo Tripoli, siamo ancora a due terzi delle schede. Sarebbe con ogni probablità l’unico dei grandi comuni ad eleggere il sindaco, gli altri andranno al ballottaggio.

07.38: Provincia di Trapani: a Calatafimi dovrebbe spuntarla Accardo (17 punti su Cristaldi); a Castelvetrano quasi certo ballottaggio tra Alfano e Martire; probabile ballottaggio anche a Mazara ma lo scrutinio è molto indietro. Eletti i sindaci di Salemi e Salaparuta.

07.24: Grande testa a testa a Naro. Brandara avanti con il 34,23 ma c’è grande equilibrio: Giglio 33,31 e Arena 32,46%. Siamo a tre quarti dello scrutinio.

07.12: Luigi Garofalo sindaco di Borgetto con il 41,06%. Salvatore Chisari sindaco a Ragalna.

06.50: Caltanissetta e Gela vanno verso il ballottaggio. Nel capoluogo Michele Giarratana nel corso della notte è sceso sotto il 38% e se la vedrà con Roberto Giannino del M5S; a Gela Lucio Greco si prepara al ballottaggio con il leghista Giuseppe Spata con una differenza di partenza non superiore al 6%.

06.00: Eletti già molti sindaci dei piccoli comuni.

02.41: Il dato “politico” è una sostanziale ripresa del centrodestra e una conferma dello stato di salute della Lega. Per il Movimento 5 Stelle il calo di consensi assume proporzioni preoccupanti.

02.31: A Cinisi lo staff di Giangiacomo Palazzolo si prepara a far festa: il sindaco uscente si avvio alla riconferma con percentuali di voto molto alte.

02.16: I pentastellati a Bagheria verso un clamoroso ridimensionamento.

02.10: A Gela si va verso il ballottaggio tra Lucio Greco (circa il 36%)e il candidato della Lega Giuseppe Spata (30%).

02.03: I dati reali delle schede scrutinate sembrano confermare un forte calo dei candidati del Movimento 5 Stelle, soprattutto a Bagheria e a Gela.

01.54: A Salemi, in provincia di Trapani, si trova in grande vantaggio il candidato Domenico Venuti.

01.38: Bagheria, il “civico” Filippo Maria Tripoli è in largo vantaggio dopo lo spoglio di quasi metà schede: il suo avversario principale, per il momento, è la soglia del 40% ma potrebbe superarla.

01.23: Michele Giarratana sarà certamente il più votato a Caltanissetta.

00.57: A Caltanissetta le prime sezioni scrutinate danno in largo vantaggio Michele Giarratana, candidato del centrodestra.

00.35: Ufficializzato il dato dei votanti complessivo per l’intera Regione: 254.691 votanti pari al 58,42%. Il dato è stato comunicato dalla Regione ed è stato corretto in un secondo momento.

00.08: Nuovo sindaco a Roccamena: è Giuseppe Palmeri, candidato unico. La percentuale dei votanti ha raggiunto il 60,72%. Quindi è stato raggiunto il quorum necessario per fare scattare l’elezione.

23.54: Nonostante Borgetto, la provincia di Palermo fa registrare un forte calo di votanti: a Bagheria 58,47% (- 5,38%), a Roccamena 40,18% (-17,32%), a Monreale 59,16% (-9,42%), a Bompietro 59,32% (- 1%)

23.46: A Borgetto si rileva un aumento dei votanti rispetto a 5 anni fa: 51,88 (+5,37%); emorragia di votanti a Cinisi 56,75% (-11,17%).

23.40: Primi dati sull’affluenza ufficiale: a Mazzarino ha votato il 57,79 (-8,o5%); forte calo a Aci Castello: 58,41& (-13,32%); flessione ancora maggiore a Ramacca: 40,18% (-17,32%).

23.01: Nei 7 dei 34 Comuni con più di 15.000 abitanti il candidato sindaco, per essere eletto, dovrà raggiungere il 40% dei consensi altrimenti si andrà al ballottaggio tra due settimane. Negli altri 27 comuni il più votato sarà eletto, qualunque sia la percentuale.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI