siracusa centro storico più vitale per commercio

Elezioni annullate a Siracusa: pronto il commissario, ma l’ex sindaco Italia valuta il ricorso

“Il 93 per cento voti è stato pienamente valido e legittimo. Questa sentenza chiarisce che non ci sono stati brogli”. Questo il commento dell’ormai ex sindaco di Siracusa Francesco Italia alla decisione del Tar di Catania di annullare la proclamazione del primo cittadino e del consiglio comunale, ordinando il ripetersi delle elezioni in 9 sezioni.

“Al centro della nostra azione è stata messa al centro la legalità”, ribadisce Italia che annuncia di stare valutando l’ipotesi di presentare ricorso al Consiglio di giustizia amministrativa: “. “La sentenza di ieri di fatto ci consente di smentire la visione e la percezione di chi pensava che elezioni 10 giugno fossero fortemente viziate da un’attività criminosa tale da inficiare la legittima espressione del voto popolare”.

La Regione dovrebbe inviare un commissario, ma se il ricorso dovesse essere accolto dal Cga, gli stessi giudici potrebbero riportare Italia a Palazzo Vermexio in attesa del giudizio definitivo di secondo grado. In fibrillazione invece gli ex consiglieri comunali, visto che il consiglio è stato sciolto due settimane fa dopo aver votato contro il bilancio consuntivo 2018, ma tornerebbe in vita dopo la ripetizione delle elezioni nelle 9 sezioni.

“Un sindaco ed una giunta sono presidio della città indispensabile soprattutto nei momenti delicati. In ballo ci sono questioni importanti, tra cui assunzioni, mutui, fondi per scuole, cimitero, agenda urbana. Ma tornando alle elezioni – ha concluso Italia -, mi preme spiegare che anche con quelle 9 sezioni Reale non avrebbe raggiunto il 40 per cento, necessario per vincere al primo turno e si spenderanno soldi per non avere alcun effetto”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI