Ema su AstraZeneca: “Trombosi possibili ma molto rare, benefici superano i rischi”

L’Ema ha ribadito in una nota la propria posizione sul vaccino anti-Covid prodotto da AstraZeneca: i benefici superano i rischi e i casi di trombosi vengono classificati come effetti collaterali possibili ma “molto rari”.

L’Ema sottolinea agli operatori sanitari e alle persone vaccinate che i casi molto rari di coaguli sangue sarebbero in coincidenza di “bassi livelli di piastrine nel sangue” ed “entro 2 settimane dalla vaccinazione” e che la maggior parte dei casi segnalati si è verificata in donne di età inferiore a 60 anni. Non sono al momento confermato i fattori di rischio specifici, ma la direttrice dell’Ema, Emer Cooke, ha escluso un nesso con l’età.

PALERMO ZONA ROSSA: ORLANDO ALL’ATTACCO

COVID, IN SICILIA VACCINI A RILENTO

PALERMO, ARMI E DROGA: SETTE PERSONE ARRESTATE

PALERMO IN ZONA ROSSA, ECCO COSA SI PUÒ FARE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI