Orlando, nuova ordinanza. Spiagge “vietate” nel weekend, più controlli nei mercati

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando interviene in conferenza stampa sull’emergenza Coronavirus e annuncia la firma di una nuova ordinanza (prevista per giovedì). La misura principale è il ritorno del divieto di stazionamento, dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 22, ma stavolta sarà esteso a tutte le 24 ore sabato e domenica (e sabato e domenica sarà applicato anche a tutte le zone costiere – fatte salve le attività di pesca).

Orlando annuncia maggiori controlli nei mercati per assicurare il rispetto delle misure di prevenzione e non esclude anche la chiusura delle scuole dell’obbligo in assenza di rassicurazioni dalle autorità sanitarie sulla possibilità di proseguire le attività didattiche in presenza: “Attendiamo indicazioni dall’Asp; è una misura a cui non voglio ricorrere, se non avremo rassicurazioni chiuderemo”.

In giornata Orlando ha anche commentato lo spostamento del Pronto soccorso pediatrico dall’ospedale Cervello al presidio di Villa Sofia: “Un importante risultato dell’opera di razionalizzazione, oggi quanto mai urgente e necessaria, della rete ospedaliera e di emergenza in città, per continuare a mantenere livelli di cura e attenzione adeguati alle esigenze di tutti, soprattutto dei più piccoli e fragili”.


ORE 15.10 – Orlando interviene in conferenza stampa sull’emergenza Coronavirus: “Non sono un virologo e ho il dovere di rispettare il parere dei virologi e dei comitati tecnici scientifici. Siamo di fronte a un virus che ci ha ricordato che esiste un tema che è il diritto alla salute ma anche il dover coniugare salute, prevenzione ma anche la dimensione del vivere civile. Ho avuto un confronto lungo e positivo con le parti sociali. Al prefetto ho esposto alcune valutazioni e provvedimenti che intendo assumere”.

“Bisogna attenersi alle indicazioni degli esperti, ma c’è un problema. E riguarda non i dati del contagio (quelli finalmente vengono comunicati ai sindaci dalle autorità competenti). Ma i dati relativi alla capacità delle strutture di far fronte ai contagi. Questi dati non sono stati forniti e torno a chiedere che vengano forniti. Vogliamo la conferma dalla Regione che i dati ci sono e sono collegati a progetti di futura attuazione. Che il sindaco non abbia accesso alla piattaforma è anomalo”.

ORE 15.18 – “Come giunta abbiamo dato indicazione per presentare piani per portare lo smartworking ai massimi livelli; riattiviamo il sistema di prenotazione nei parchi e nei giardini. Abbiamo provveduto ad intensificare i controlli al mercato ortofrutticolo. Nelle prossime ore sarà disposta un’ordinanza per quanto è di mia competenza: si riaffermerà il divieto di stazionamento dal lunedì al venerdì, questa volta dalle 16 alle 22 e tutto il giorno sabato e domenica (sabato e domenica sarà applicato anche a tutte le zone costiere – fatte salve le attività di pesca)”.

ORE 15.21 – “Questa ordinanza serve a far comprendere che il sindaco è seriamente preoccupato e che tutti dovremmo esserlo. Ho detto che rischiamo di essere travolti da uno tsunami: spero di essere smentito. E se non vogliamo danneggiare le attività economiche bisogna rispettare il diritto alla salute”.

ORE 15.23 – “Chiedo alle istituzioni, con forza, che nelle scuole non ci siano situazioni di pericolo nel tenere lezioni in presenza. Chiedo con forza rassicurazioni all’Asp e all’assessorato regionale, che è competente. In mancanza di rassicurazioni, valuterò da lunedì se disporre la chiusura delle scuole a Palermo: è una misura a cui non voglio ricorrere, ma se non avrò rassicurazioni mi atterrò al numero dei contagi (visto che gli altri dati non li ho). E invito i cittadini a stare a casa. Zone gialle, arancioni, rosse…. siamo a un passo da una tragedia e voglio evitare che in città si arrivi alla medicina di guerra”.

ORE 15.29 – “Rimuovere la ZTL diurna? Aspettiamo i dati complessivi del sistema ambientale e sullo smog, entro alcuni giorni valuteremo”.

CLICK DAY, SENZA UNA VERA “RIVOLUZIONE DIGITALE” È UNO STRUMENTO DESTINATO A FALLIRE

“ZONA ROSSA” PROROGATA A VITTORIA E CENTURIPE

ABUSI SESSUALI SULLE DIPENDENTI: ARRESTATO TITOLARE DI UN BAR

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI