Enna, dodicenne accoltellata a scuola da una compagna: aveva portato l’arma da casa

Si è sfiorata la tragedia in una scuola media di Enna, l’Umberto I. Una bambina di 12 anni, infatti, è stata ferita con un coltello da una compagna di 14 anni. L’aggressione sarebbe avvenuta nel bagno della scuola; l’aggredita è stata medicata al Pronto Soccorso dell’ospedale “Umberto I”.

Il dirigente scolastico ha informato la magistratura dell’aggressione e ha precisato (diversamente da quanto trapelato nelle scorse ore) che la 14enne autrice dell’aggressione non sarebbe affetta da problemi psichici, pur essendo affidata ad un insegnante di sostegno.

La compagna di 14 anni aveva portato da casa il coltello dalla cucina di casa e ha ferito al volto, alle braccia, alle mani e a un orecchio la bambina di 12 anni, che per fortuna si è riuscita a divincolare, evitando guai peggiori.

“Poteva capitare a qualsiasi ragazzino – ha detto la madre della giovane ferita – ed è grave che avesse portato un coltello da cucina proprio con l’intento di fare male a qualcuno”. La quattordicenne che è stata allontanata dalla scuola avrebbe spiegato che il suo intento era proprio ferire qualcuno.

ARS, STASI QUASI TOTALE DOPO LA FINANZIARIA

COVID, DUE NUOVE “ZONE ROSSE” IN SICILIA DOPO IL 14 MAGGIO

VACCINI, DAL 17 MAGGIO VIA ALLE PRENOTAZIONI PER GLI OVER 40

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI