Enna, sacerdote sotto processo querela la giornalista: solidarietà di Assostampa Sicilia

Aveva scritto di un sacerdote, don Giuseppe Rugolo, attualmente processato per violenze sessuali su minori ed è stata querelata. Così la segreteria regionale di Assostampa Sicilia, il direttivo neoeletto del Gruppo cronisti siciliani aderente all’Unci, il consiglio regionale e la sezione Assostampa Enna hanno espresso solidarietà per Pierelisa Rizzo, corrispondente da Enna dell’ANSA.

La cronista aveva riportato nel suo profilo Facebook una conversazione agli atti del processo e don Rugolo ha chiesto attraverso i suoi legali il sequestro preventivo del profilo Facebook e dei dispositivi informatici di Rizzo.

“Si tratta, secondo il sindacato dei giornalisti, dell’ennesimo tentativo di intimidazione di una cronista impegnata nel resoconto della vicenda che ha avuto come protagonista il sacerdote”.

“Ancora un tentativo di imbavagliare la libera attività giornalistica, tanto più se compiuta con una richiesta inaccettabile di sequestro degli strumenti informatici e telematici fondamentali per il lavoro giornalistico, che possono peraltro contenere dati sensibili e compromettere il rapporto tra la cronista e le sue fonti”.

“Siamo certi – conclude il sindacato dei giornalisti –  che la collega Rizzo non si farà intimidire e non arretrerà di un solo millimetro dalla sua posizione in attesa che la giustizia chiarisca la sua estraneità ai fatti contenuti nella denuncia”.

PALERMO, VINCENZO MINAFÒ E SIMONA MICCICHÈ CANDIDATI DI DC NUOVA AL CONSIGLIO COMUNALE

MAFIA A CATANIA, L’AZIENDA “TC IMPIANTI” NELLE MANI DEL CLAN PILLERA: TRE ARRESTATI

“SCUNZAMU”, FERRANDELLI PRESENTA IL NUOVO CLAIM: “SOVVERTIAMO LE LOGICHE”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI