Enna, truffa all’Ue sui fondi per l’agricoltura: sequestrati beni per 535mila euro

La Guardia di finanza del comando provinciale di Enna, nell’ambito dell’operazione ‘Terre di Nessuno’ contro frodi negli aiuti all’agricoltura, ha sequestrato beni per 535mila euro ad un fittizio imprenditore agricolo del Catanese, operante a Valguarnera Caropepe. L’accusa è di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche e falso

Secondo l’inchiesta, coordinata dal procuratore Massimo Palmeri, il sistema fraudolento è basato sulla falsa attestazione di un titolo di conduzione di terreni accompagnato dai cosiddetti “titoli di aiuto”, spesso di provenienza delittuosa, che permettono l’accesso a finanziamenti diretti al sostegno e lo sviluppo dell’agricoltura nel territorio. Le indagini avrebbero accertato la totale assenza di qualsivoglia forma di investimento nelle aree agricole interessate.

Nello stesso settore indagini del nucleo di Polizia economico-finanziaria di Enna negli ultimi 12 mesi hanno fatto emettere sequestri 3.297.000 euro circa. Le operazioni di servizio in rassegna hanno avuto la propria genesi nella provincia di Enna e si sono articolate nei territori dei Nebrodi, interessando le provincie di Messina, Palermo e Catania.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI