Eolie isolate, violente mareggiate. La Giunta chiederà lo stato di calamità naturale

Situazione di emergenza nelle isole Eolie a causa del maltempo: mare forza 7 e vento fortissimo che per tutta la notte ha soffiato a 80 chilometri hanno costretto alla interruzione dei collegamenti marittimi. Una situazione piuttosto seria, tanto che la giunta Giorgianni ha messo a disposizione gli alberghi e chiederà lo stato di calamità naturale.

Acquacalda, borgata di Lipari, è sferzata dal vento e dalle mareggiate. Il mare ha allagato le case di San Gaetano. Fermi aliscafi e traghetti a Milazzo dove sono bloccate circa 200 persone tra isolani, villeggianti, turisti, pendolari e i medici che dovevano dare il cambio ai colleghi. Diversi anche i camion carichi di derrate alimentare che dovevano raggiungere le isole per i rifornimenti in vista del Natale, rimasti fermi a Milazzo.

Giorgianni ha già  attivato il Centro Operativo Comunale, allo scopo di organizzare e svolgere le attività necessarie ad affrontare le criticità dovute all’evento calamitoso, in raccordo con il Dipartimento di Protezione Civile Regionale, in primo luogo per attivare tutti gli interventi più urgenti per la salvaguardia e la pubblica incolumità degli abitanti e successivamente per ristabilire le condizioni delle infrastrutture. Date le avverse condizioni meteo marine l’amministrazione Comunale ha attivato una collaborazione con Federalberghi che si è resa disponibile ad ospitare all’interno delle strutture associate tutti coloro che non volessero rimanere ad Acquacalda nei prossimi giorni.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI