Esodo in Sicilia, tampone prima di partire o all’arrivo: pronta l’ordinanza di Musumeci

Era attesa già per lunedì, ma ormai l’ordinanza di Musumeci è sempre più vicina alla pubblicazione. Il nuovo provvedimento del presidente della Regione ha l’obiettivo di “blindare” le festività sul fronte Covid e il principio è chiaro: si entra in Sicilia solo con il tampone (e bisognerà anche registrarsi su un sito predisposto dalla Regione).

Come riportato dal Giornale di Sicilia, le opzioni saranno due: fare il tampone prima di partire o direttamente all’arrivo in Sicilia. Chi farà ritorno entro il 21 dicembre sarà “invitato” a sottoporsi al test molecolare – NON dunque un sierologico o un test rapido – almeno 3 giorni prima la loro partenza. In caso di test negativo, questo consentirebbe loro di scavalcare le code in porti e aeroporti.

In assenza di un tampone negativo, invece, è previsto che tutti i viaggiatori in ingresso si sottopongano a tampone rapido: le aree per i controlli saranno predisposte sia negli aeroporti che nei porti (dove si organizzeranno delle stazioni mobile in modalità drive-in).

E chi verrà trovato positivo? In caso di positività al tampone rapido riscontrata al rientro, i soggetti verranno prima isolata in un’area dello scalo per poi essere trasportati dal 118 in un Covid Hotel (nel caso di Palermo, il San Paolo Palace) dove attenderà l’esito di un tampone molecolare. Se la positività sarà confermata svolgerà l’isolamento nella struttura oppure nell’abitazione (ma in questo caso solo se ci saranno le condizioni di sicurezza).

TRUFFA AGGRAVATA: CHIESTO IL RINVIO A GIUDIZIO PER SAVONA

CHIESTI 11 ANNI E MEZZO DI CARCERE PER PINO MANIACI

VACCINO COVID: OLTRE 28 MILIONI DI DOSI NEL PRIMO TRIMESTRE

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 7 DICEMBRE 2020

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI