Etna, continua l’attività eruttiva: fontane di lava ed emissione di cenere lavica

Nuova attività eruttiva dell’Etna, con fontana di lava ed emissione di cenere lavica, che si dirige verso il mare, dal cratere di Sud-Est. L’analisi delle telecamere di videosorveglianza mostra che la nube eruttiva raggiunge un’altezza di 5.500 metri sul livello del mare. In base al modello previsionale la nube eruttiva prodotta dall’attività in corso si disperde in direzione Sud Est. È inoltre in corso un trabocco lavico dal cratere di Sud Est.

L’ottavo ‘parossismo’ dal 19 maggio scorso del vulcano attivo più alto d’Europa però non dà spettacolo: la vista della zona sommitale è oscurata da nuvoloni, che stanno portando anche pioggia. I valori del tremore dei condotti magmatici interni dell’Etna sono su livelli alti. L’Ingv ha emesso un avviso per l’aviazione (Vona) di colore rosso, il massimo livello di allerta, ma l’attuale fase eruttiva non impatta, al momento, con l’operatività dell’aeroporto internazionale Vincenzo Bellini di Catania.

COVID, LA SICILIA DOVRÀ ATTENDERE PER LA “ZONA BIANCA”

REGIONE, RAZZA TORNA A GUIDARE LA SANITÀ

IL MINISTRO LAMORGESE IN VISITA A PALERMO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI