Etna, continua l’attività: fortissimi boati, fontane di lava e nuova emissione di cenere

L’Etna continua a essere molto attiva. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, Osservatorio Etneo, ha registrato nella notta un incremento dell’attività stromboliana al Cratere Sud-Est. Per diverse ore ci sono state fontane di lava, nuove emissioni di cenere ma soprattutto fortissimi boati, che sono stati sentiti nei paesi alle pendici del vulcano.

Il quattordicesimo parossismo dell’anno sul vulcano attivo più alto d’Europa è stato ‘accompagnato’ da una caratteristica particolare: violenti boati che hanno fatto tremare infissi e svegliato persone. Un fenomeno dovuto all’emissione di gas dai crateri sommitali che rientra nella tradizionale attività della ‘montagna’.

Il nuovo parossismo del vulcano non ha inciso sull’operatività dell’aeroporto internazionale “Vincenzo Bellini” di Catania.

ANCHE SCIACCA E REGALBUTO DIVENTANO ZONA ROSSA

“ESTREMAMENTE VULNERABILI”, APERTE IN SICILIA LE PRENOTAZIONI /COME FARE

ARS, LA FINANZIARIA PARTE TRA MOLTE TENSIONI

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI