Caso Arata, la commissione antimafia rende noto il calendario delle audizioni

Ex Province, l’Ars dà il via libera al rinvio delle elezioni: possibile una soluzione tampone

Le elezioni per le così dette “Ex Province” sono state rinviate. È arrivata l’ufficialità dopo il voto all’Ars: il 22 gennaio non si voterà per l’elezione dei presidenti e dei consigli dei Liberi consorzi.

In Aula, quindi, si fa strada la proposta del Movimento 5 Stelle, non favorevole alle elezioni, ma apertamente contrario al proseguimento dell’esperienza commissariale nei sei Liberi consorzi. “La soluzione, individuata e condivisa dalle altre forze politiche – spiega Gianina Ciancio, deputata regionale del M5S – prevede che il controllo e l’indirizzo politico degli enti di area vasta passino ai sindaci, che dovranno costituire le Assemblee dei liberi consorzi e le Conferenze metropolitane, dotandosi di un regolamento provvisorio per il loro funzionamento, ad esempio le maggioranze per le deliberazioni. Assemblee e Conferenze dovranno insediarsi entro trenta giorni dall’approvazione della legge”.

Alessandro Aricò, capogruppo di Diventerà Bellissima, commenta così: “La norma sulle ex Province approvata all’Ars è insensata e penalizzerà ancora di più la gestione del territorio. Per questo motivo DiventeràBellissima si è astenuta”. Giuseppe Lupo, capogruppo Pd all’Ars, ha invece presentato un emendamento: “Insediare entro 30 giorni dall’entrata in vigore della nuova legge su città metropolitana e Liberi consorzi, in discussione all’Ars, le assemblee dei Liberi consorzi e le conferenze metropolitane di cui sono componenti tutti i sindaci facenti parte delle nove circoscrizioni provinciali. L’insediamento delle assemblee dei sindaci, nelle more della riforma resasi necessaria alla luce della recente sentenza della corte costituzionale consentirà ai primi cittadini la partecipazione diretta al governo delle ex province”.

VACCINO COVID PER I BAMBINI, FLOP NELLE PRENOTAZIONI. MEDICI E PEDIATRI LANCIANO L’APPELLO

RAVANUSA, VENERDÌ 17 DICEMBRE I FUNERALI DI STATO PER LE NOVE VITTIME DELL’ESPLOSIONE

FALSO CIECO IN BICI E CON LA PATENTE RINNOVATA: ARRESTATO

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI