False vaccinazioni, l’assessore Razza: “Avviare subito il licenziamento dell’infermiera”

“Auspico una immediata reazione in sede disciplinare con l’avvio del procedimento di licenziamento”. Lo afferma l’assessore regionale per la Salute, Ruggero Razza, commentando la notizia del fermo di una infermiera (in servizio alla Fiera di Palermo) fermata con l’accusa di avere eseguito false vaccinazioni.

“Da oltre un mese, nel pieno rispetto del segreto istruttorio, l’Ufficio del Commissario per l’emergenza di Palermo ha fornito ampia collaborazione alla Digos nel corso delle indagini che si sono concluse con le misure cautelari oggi disposte”.

“Le modalità con cui l’infermiera del civico di Palermo avrebbe assunto condotte criminose per favorire no-vax non sono solo incompatibili con l’esercizio di una professione sanitaria, ma indignano a fronte di una emergenza pandemica che paralizza il mondo ed espone al rischio della vita centinaia di milioni di persone. Ma non sono meno gravi le condotte irresponsabili di quanti hanno avuto vantaggio dalle prestazioni rese”.

IL COMMISSARIO COSTA: “CI SENTIAMO TRADITI E DANNEGGIATI”

FALSI VACCINI A PALERMO: TRE FERMATI DALLA DIGOS

ORLANDO PRESENTA IL PIANO DI RIEQUILIBRIO: “NO AL PARTITO DEL DISSESTO”

PIANO DI RIEQUILIBRIO: LE OPPOSIZIONI VANNO ALL’ATTACCO DI ORLANDO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI