Faraone nuovo segretario del Pd, arriva “l’ufficialità”. Non ci saranno le primarie

Davide Faraone è il nuovo segretario del Partito Democratico siciliano. Le primarie del 16 dicembre non ci saranno. E’ questa la prima risposta “ufficiale” ai numerosi quesiti che erano sorti nelle ultime ore, dopo che la sfidante Teresa Piccione, esponente che fa capo all’area Zingaretti, aveva annunciato un clamoroso ritiro della candidatura.

Adesso arriva l’ufficialità dell’investitura del candidato di area renziana: lo ha fatto in nottata la commissione regionale per il congresso, presieduta da Fausto Raciti, riunita a Palermo per affrontare la delicata questione che ovviamente, a cascata, riguarderà anche il tema delle liste con i candidati.

La decisione era nell’aria ma non servirà – da sola – a riportare la serenità e l’unità in un partito sempre più dilaniato dalle polemiche interne, a tutti i livelli. La spaccatura tra le due anime del partito che si sono schierate in queste primarie (ma in realtà le anime sono molto più di due) appare difficilmente sanabile e la questione certamente varcherà i confini dello Stretto.

Negli ultimi giorni si sono susseguiti a Palermo gli interventi di numerosi esponenti nazionali di spicco del Partito a sostegno dei due candidati che hanno certamente avuto modo di percepire l’aria che tira in Sicilia e che per la verità non sembra nemmeno tanto diversa da quella che può essere riscontrata in altre regioni italiane.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI