Favorirono la latitanza di Vito Bigione, obbligo di dimora per sei persone

Obbligo di dimora per sei persone accusate di avere favorito la latitanza in Romania di Vito Bigione (nella foto), pregiudicato mazarese condannato per droga a 15 anni di carcere, poi arrestato nel 2018 nell’ambito di una operazione internazionale di polizia. Sono state anche eseguite perquisizioni nelle loro abitazioni su disposizione della Dda di Palermo.

Le indagini hanno permesso di identificare un gruppo di persone, tra cui alcune del tutto insospettabili, che in vari modi e con ruoli diversificati hanno dato alloggio, favorito la fuga all’estero e fornito assistenza, economica e non al latitante. Da qui la decisione del Gip del Tribunale di Palermo che ha ritenuto motivate le esigenze cautelari.

Vito Bigione, detto il “commercialista”, aveva fatto perdere le sue tracce nel luglio 2018. Ha tanti precedenti per traffico internazionale di droga e ha avuto frequentazioni con personaggi di Cosa Nostra, considerati vicini al latitante Matteo Messina Denaro.

LENTINI, ARRESTATO IL PRESUNTO KILLER DI SEBASTIANO GRECO

CASO SHALABAYEVA, CINQUE ANNI AL QUESTORE CORTESE

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 14 OTTOBRE

REGOLE ANTI CORONAVIRUS, QUANTA CONFUSIONE!

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI