La Regione avvia le procedure per i lavori di consolidamento di contrada Macello a Ferla

Un intervento che unisce la messa in sicurezza, la riqualificazione ambientale, il recupero e la valorizzazione dei centri storici è stato programmato a Ferla, nel Siracusano, dall’Ufficio contro il dissesto idrogeologico guidato dal presidente della Regione Musumeci.

Per un importo complessivo di ottocentomila euro, è stata avviata la procedura negoziata per i lavori di consolidamento di contrada Macello, nella parte più antica di Ferla, borgo medievale della Val di Noto tra i più belli dell’Isola, conosciuto per la sua via sacra con ben cinque edifici religiosi nella stessa strada.

Nell’area interessata, ricca di attività commerciali e di strutture ricettive, si completa l’opera iniziata nel 2009. E’ il versante a sud del Comune, caratterizzato da terrazzamenti che in alcuni punti raggiungono differenze di quote tra i due e i sette metri e che sono costituiti da muri in conci di pietra locale e da ammassi rocciosi.

Il progetto comprende diverse fasi: nella prima, per una bonifica generale del costone, entreranno in azione esperti rocciatori con l’ispezione delle varie parti, l’asportazione della vegetazione, il disgaggio e la rimozione dei massi pericolanti. Nella seconda fase verrà eseguita la chiodatura con barre in acciaio. In ultima analisi si procederà con la posa di una rete in aderenza e con la sostituzione degli ancoraggi esistenti con tiranti attivi.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI