Finanziaria 2022, Siad-Csa-Cisal: “I lavoratori meritano risposte, subito 46 milioni”

Giuseppe Badagliacca e Angelo Lo Curto del Siad-Csa-Cisal inviano una nota al vicepresidente Gaetano Armao e all’assessore alla Funzione pubblica Marco Zambuto in soccorso dei lavoratori della Regione Siciliana.

“Dopo 22 anni meritano risposte chiare – affermano -. L’unico modo per attuare una vera riqualificazione del personale e rinnovare il contratto è prevedere già nella Finanziaria 2022 le somme necessarie; in caso contrario, assisteremo all’ennesima presa in giro ai danni dei dipendenti. E’ inutile fare proclami sul Pnrr quando poi non si hanno le risorse umane per predisporre e realizzare i progetti nei tempi. Il Governo regionale ci convochi subito”.

“Ribadiamo la richiesta di appostare in Finanziaria 46 milioni di euro cioè il 30% delle somme per il concorso indetto dalla Regione e che per un terzo dei posti era riservato proprio ai lavoratori regionali. La Sicilia ha un costo annuo del personale, calcolato sulla spesa media pro capite, più basso della Lombardia o dell’Emilia-Romagna nonostante assolva a molte più funzioni”, concludono.

AVVELENÒ IL MARITO PIZZAIOLO, MOGLIE TRASFERITA IN CARCERE A PALERMO: LE È STATA TOLTA LA FIGLIA

ARS, NO ALLE NOMINE SEI MESI PRIMA DEL VOTO: PASSA L’EMENDAMENTO. SEDUTA “CALDA”

GIRO DI FATTURE FALSE A PALERMO, SEQUESTRO DA 78 MILIONI DI EURO A UNA SOCIETÀ

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI