Calderone su stabilizzazione precari

Forza Italia, altro colpo di scena. Calderone: “La nomina di Caputo è priva di efficacia”

Ennesimo colpo di scena all’interno del gruppo parlamentare di Forza Italia. Non sarebbe efficace la nomina del nuovo capogruppo Mario Caputo, effettuata in mattinata dai sette dissidenti del gruppo che contestualmente avevano sfiduciato il capogruppo Tommaso Calderone.

Proprio Calderone, nel primo pomeriggio, ha diffuso una nota in merito. “Apprendo dalla stampa che il gruppo parlamentare di Forza Italia avrebbe un nuovo capogruppo. Ricordo però che il gruppo medesimo è un’associazione, che come tale è regolamentata da norme codicistiche che non prevedono l’auto convocazione. È prevista la richiesta di convocazione, a cui solo il capogruppo può dar seguito. E solo nel caso di ingiustificata inerzia dello stesso, ci si può rivolgere al Tribunale, per chiederne la convocazione. Pertanto considero la nomina dell’on. Mario Caputo come tamquam non esset, perché non sono state rispettate le procedure”.

“Nei prossimi giorni – conclude il Parlamentare – darò seguito alla richiesta di convocazione alla presenza di tutto il gruppo di Forza Italia, non di una sola parte, che rispetto ad un procedimento codificato si è auto convocata. Metterò all’ordine del giorno la nomina del nuovo capogruppo, insieme a varie ed eventuali istanze. Ma ribadisco: è impensabile che si proceda in tale modo rudimentale. Ci sono delle procedure da rispettare, secondo canoni previsti per legge. La nomina dell’on. Caputo è priva di efficacia”.

A dargli manforte arriva la comunicazione della presidenza dell’Ars, nella persona del vicario Roberto Di Mauro, che in aula ha comunicato di non potere ratificare questa nuova nomina e che la Presidenza continuerà a fare riferimento al capogruppo Calderone. Di Mauro ha comunque chiesto a Forza Italia di fare chiarezza sul loro assetto.

FORZA ITALIA, D’AGOSTINO E TAMAJO CHIEDONO DI ADERIRE AL GRUPPO

FORZA ITALIA, MARIO CAPUTO NOMINATO CAPOGRUPPO DAI “DISSIDENTI”

INDAGINE FALSI DATI COVID, RAZZA: “NESSUNA ‘ZONA ROSSA’ È STATA RINVIATA E OCCULTATA”

INDAGINE FALSI DATI COVID, FAVA: “RAZZA MORALMENTE NON È PIÙ L’ASSESSORE ALLA SALUTE”

“DATI COVID FALSI”, INCHIESTA CHIUSA. LA PROCURA CHIEDERÀ IL PROCESSO PER RAZZA E ALTRI CINQUE

 

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI