micciche ai 5 stelle. Falsità sulle istituzioni

Forza Italia “fortifica” il centrodestra e guarda a Palermo e alle regionali. Flop M5S

Non è più una sorpresa, da tempo. Forza Italia in Sicilia trascina il centrodestra in quella che può essere definita una vittoria alle amministrative che si sono svolte in 60 comuni dell’isola. Non è mai facile dare una connotazione politica piena a un voto amministrativo, condizionato spesso da alleanze “mordi e fuggi”, “esperimenti” o da espressioni civiche più che locali: ma il dato numerico è quello, se si vuole dare un peso ai voti reali.

Già alle ultime elezioni Forza Italia in Sicilia si era rivelato serbatoio prezioso, conquistando circa il doppio della media del partito a livello nazionale. Nel caso di domenica e lunedì scorsi il voto azzurro aumenta d’importanza in relazione alla forte emorragia di voti per la Lega salviniana (per non parlare della “debacle” del Movimento 5 Stelle). E il dato è ancora una volta in controtendenza con l’espressione nazionale emersa dalle amministrative che si sono svolte qualche settimana fa.

In Sicilia, sempre con una “forzatura interpretativa” di cui  tenere conto, si potrebbe dire che è rimasta sconfitta la maggioranza politica che sostiene il Governo nazionale, con il Pd “a macchia di leopardo” e il M5S fin troppo lontano dai fasti di appena due anni fa.

Ma il responso delle urne, in un senso o nell’altro, lascia sempre tracce nell’immediato futuro. E a questo punto non è da escludere che Miccichè e Musumeci, le due più alte cariche istituzionali alla Regione, si facciano qualche domanda su un possibile rimpasto di Governo. E guardino anche a disegnare gli scenari delle future elezioni in cui il centro destra dovrà evitare divisioni (come è successo a Terrasini) e ragionare da squadra: con Fratelli d’Italia che guadagna ancora qualche decimale e la Lega che si ridimensiona insieme al suo leader Salvini.

Se il segretario regionale del Pd Anthony Barbagallo ha parlato di “alba di un nuovo giorno”, rinfrancato da un voto – il primo con lui segretario regionale – che offre spunti di ripresa, dall’altro lato Gianfranco Miccichè, ancora solido leader azzurro, dice che “Forza Italia sta bene e si prepara ai tanti e importanti prossimi impegni elettorali che partono dalla sindacatura di Palermo e arriveranno fino alle regionali”. Più chiaro di così…

ELEZIONI AMMINISTRATIVE: I SINDACI ELETTI E I BALLOTTAGGI

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 6 OTTOBRE 2020

TRUFFA ALLE ASSICURAZIONI , SEI ARRESTI A PALERMO

Categorie
editoriali
Facebook

CORRELATI