Sequestrati beni per oltre sette milioni di euro a un imprenditore edile messinese

Furono condannati nel 2007, ora il sequestro di beni per due cugini dei Rinzivillo di Gela

La Dia di Caltanissetta ha sequestrato beni per un valore di un milione e mezzo di euro ai coniugi Valerio Longo, 47enne originario di Hilden (Germania), e Monica Rinzivillo, 45enne di Gela (CL), cugina di secondo grado dei fratelli Rinzivillo, boss dell’omonima famiglia mafiosa.

I due sono stati condannati nel 2007, con sentenza passata in giudicato, per associazione mafiosa in quanto ritenuti imprenditori di fiducia e al completo servizio dei Rinzivillo di Gela. Un’altra indagine, del 2011, ha confermato come Longo fosse inserito pienamente nell’organico della famiglia.

La confisca riguarda 7 attività commerciali di Gela impegnate nel settore della costruzione, assemblaggio, montaggio e manutenzione di impianti industriali e chimici, 5 immobili, diversi rapporti bancari e assicurati e due Maserati. Il tribunale ha disposto anche la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per 2 anni nei confronti di Longo e per un anno nei riguardi della moglie Monica Rinzivillo.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI