Furti e spaccio di droga a Palermo e provincia: scoperte due bande, 11 misure cautelari

Sono complessivamente 11 le persone destinatarie di misure cautelari (eseguite dai carabinieri) a Palermo nell’ambito di un’indagine che ha messo nel mirino una serie di furti e un’attività di spaccio di droga.

I soggetti sono accusati a vario titolo di furto aggravato, riciclaggio e spaccio di sostanze stupefacenti: in 6 sono stati portati in carcere, 2 agli arresti domiciliari; 3 sono sottoposti a obbligo di dimora. Nel corso dell’indagine erano già state arrestate altre 5 persone in flagranza di reato per il tentato furto ai danni di un supermercato di via Messina Marine.

L’attività investigativa (avviata tra marzo e agosto 2019) ha riguardato non solo una serie di furti (commessi da due bande) ai danni di esercizi commerciali e distributori di benzina di Palermo e provincia, ma anche l’ipotesi accusatoria di aver avviato nel frattempo una attività di spaccio “itinerante” di cocaina, hashish e marijuana nel quartiere Sperone.

Vengono contestati persino due episodi di cessione di droga a un detenuto presso la casa circondariale “Pietro Cerulli”di Trapani, che avrebbe contattato gli indagati con un microscopico telefono cellulare e fornito istruzioni su come occultare la sostanza stupefacente da inviare: la polizia penitenziaria sarebbe comunque riuscita ad intercettare e sequestrare la droga.

FALSO CIECO IN BICI E CON LA PATENTE RINNOVATA: ARRESTATO

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 14 DICEMBRE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 14 DICEMBRE 2021

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI