Fimmg Sicilia: “Medici di famiglia senza vaccini, si pensa solo a recuperare i ritardi”

“Palese incapacità a programmare e gestire la campagna vaccinale, fino al punto di regalare dosi di vaccino ad altre regioni”. É la netta presa di posizione di Luigi Galvano, segretario regionale della Fimmg (Federazione italiana dei medici di famiglia), che critica duramente la gestione della campagna su vari fronti dopo le notizie riguardanti il rinvio di somministrazioni già programmate per mancanza di dosi: “Anche questa settimana decine di medici di famiglia dovranno richiamare e disdire la vaccinazione dei propri pazienti”.

“É paradossale – aggiunge – che invece di garantire le prime dosi ai più fragili, la campagna si concentra sulla profilassi dei 50enni e dei maturandi. L’obiettivo ora è provare a immunizzare il maggiore numero di persone non per garantire salute, ma per recuperare il ritardo rispetto alle altre regioni e superare le barriere del giallo”.

E sottolinea il caso di Palermo: “I cittadini sono sottoposti a file chilometriche, pericolosi assembramenti e rinvii. Il tutto mentre dosi Pfizer e Moderna sono somministrate senza alcun criterio clinico e anamnestico”.


 

ASP RAGUSA, SOSPESI UNA TRENTINA TRA MEDICI E OPERATORI NON VACCINATI

VACCINI AGLI UNDER 40 IN SICILIA, POSSIBILE SLITTAMENTO DELLE PRENOTAZIONI 

PALERMO, UOMO UCCISO AL MERCATO DELLA VUCCIRIA

DROGA, SGOMINATA UNA BANDA CHE SPACCIAVA TRA TAORMINA E GIARDINI NAXOS

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI