carabinieri

Gela: confiscati beni per un milione di euro ad un soggetto vicino al clan “Emmanuello”

I carabinieri e la Guardia di Finanza di Caltanissetta hanno provveduto alla confisca del patrimonio (del valore complessivo di un milione di euro e disposta dal Tribunale di Caltanissetta) di Nicola Liardo, 44 anni, soggetto ritenuto vicino alla famiglia “Emmanuello”.

Gli inquirenti avrebbero appurato la sproporzione tra reddito e patrimonio del nucleo familiare di Liardo, arrestato in passato nel corso di varie operazioni con l’accusa di associazione di tipo mafioso, estorsione e traffico di sostanze stupefacenti.

Tra i beni confiscati vi sono beni mobili e immobili (2 immobili nel centro storico di Gela, 4 terreni agricoli situati nelle contrade Manfria e Gibliamuto dell’agro gelese, 4 veicoli a motore) e un complesso aziendale (una pizzeria tavola calda in Via Venezia a Gela).

L’operazione è stata condotta dai carabinieri del Reparto Territoriale di Gela e dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Caltanissetta, al termine di un’indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Caltanissetta.

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI