Gela da domenica in “zona rossa”: la situazione dei contagi è diventata critica

Gela fa registrare 190 nuovi casi settimanali e diventa il quarto Comune siciliano a essere in “zona rossa”. Lo dispone un’ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci. 

L’ordinanza sarà in vigore da domenica 18 a venerdì 23 luglio. Attualmente (fino a mercoledì 21 luglio) sono già in “zona rossa” anche i Comuni di Mazzarino e Riesi, sempre nel Nisseno, e Piazza Armerina in provincia di Enna.

“Il mio pensiero – dice il sindaco di Gela, Lucio Greco – è rivolto, principalmente, alle attività commerciali che, dopo un inverno pesantissimo di chiusure e sacrifici, hanno fatto tanto per rialzarsi, confidando nella bella stagione. Purtroppo le regole sono chiare e i numeri sono incontrovertibili. Per l’Asp, affinché l’allarme rientri prima che sia troppo tardi, è necessaria la proclamazione della zona rossa, con tutte le misure restrittive che ne derivano”.

Greco si è tenuto in stretto contatto con gli uffici della Regione e anche lui, come il presidente della Regione Musumeci, ritiene necessario rivedere i parametri per la definizione dei colori delle regioni. “Questo è il momento di vaccinarsi, se ancora non lo si è fatto, e di adottare comportamenti improntati alla prudenza”.

VARIANTE DELTA, UN MORTO ALL’OSPEDALE DI MARSALA

ZONA GIALLA? NON SERVE A NIENTE SE NON SI ACCELERA SUI VACCINI

SMALTIMENTO RIFIUTI: TRE ARRESTI A PARTINICO PER BANCAROTTA

PROPOSTA DEL PD CONTRO I CAMBI DI CASACCA ALL’ARS

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI