Giovane donna uccisa nel Catanese, c’è un uomo indagato: ora è irreperibile

C’è ora un indagato per l’omicidio di Giovanna Cantarero, conosciuta come “Jenny”, la donna di 27 anni uccisa con un colpo di pistola al volto a Lineri, frazione di Misterbianco, comune del Catanese. L’indagato è un uomo che avrebbe avuto in passato una relazione difficile con la donna (che però non avrebbe sporto denuncia). L’uomo è attualmente irreperibile (tale soggetto non è l’ex compagno da cui la vittima ha avuto una figlia).

Sull’accaduto proseguono le indagini dei Carabinieri del Comando provinciale di Catania e gli uomini del Sis, il reparto di investigazioni scientifiche. I militari dell’Arma, coordinati dalla Procura di Catania, avevano già sentito testimoni, amici e familiari per ricostruire le ultime ore di vita della donna e le sue frequentazioni. Tra i testimoni anche una donna che avrebbe assistito all’omicidio.

La vittima, che lavorava in un panificio-pasticceria di via Alfredo Nobel, all’angolo con via Allende alla periferia del centro abitato tra i quartieri Montepalma e Lineri, è stata sorpresa al termine del turno di lavoro, poco dopo le 21.30 di giorno 10 dicembre. Aveva con sè una busta con il pane trovato in strada vicino al corpo senza vita. La donna lascia una figlia piccola.

COVID IN SICILIA, ALTRI DUE COMUNI PASSANO IN “ZONA ARANCIONE” FINO AL 20 DICEMBRE

AGRIGENTO, LA REGIONE RIAPRE LA CASA MUSEO DI LUIGI PIRANDELLO DOPO LA RIQUALIFICAZIONE

IL PRESIDENTE DI CONFINDUSTRIA A CARINI: “REDDITO DI CITTADINANZA UN FALLIMENTO”

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI