Grande distribuzione in Sicilia: sciopero dei lavoratori il 25 aprile e primo maggio

I lavoratori della grande distribuzione in Sicilia tornano a scioperare. Dopo la protesta che si era già verificata in occasione di Pasqua e Pasquetta, questa volta si asterranno dal servizio per le prossime festività del 25 aprile e primo a maggio. A proclamare lo stop sono Monia Caiolo della Filcam Cgil, Mimma Calabrò Fisascat Cisl e Marianna Flauto della Uiltucs Uil.

“Avevano scritto una nota indirizzata al presidente della Regione Nello Musumeci e al presidente dell’Anci Sicilia Leoluca Orlando nella quale aveva richiesto, anche in considerazione dell’istituzione della zona rossa per numerosi comuni siciliani, l’immediato intervento per disporre la chiusura delle attività commerciali per le prossime festività del 25 aprile e 1 maggio – si legge in una nota dei sindacati – . Eppure, nonostante il clima di incertezza e timore che la Sicilia sta vivendo proprio in queste ultime settimane, ancora una volta nulla è stato disposto in merito a quanto richiesto dalle scriventi che, pertanto, proclamano lo sciopero, per l’intero turno di lavoro, per i giorni del 25 aprile e 1 maggio, delle lavoratrici e dei lavoratori della grande distribuzione organizzata siciliana. Soprattutto nelle zone rosse, supermercati e ipermercati continueranno a rimanere luoghi di assembramento, in particolare domenica e festivi, vanificando i benefici che dovrebbero derivare dalle restrizioni in atto”.

COVID, PALERMO RESTA IN ZONA ROSSA, LA PROVINCIA NO

“FURBETTI” DEL VACCINO A PALERMO: 15 DENUNCE

OPEN WEEKEND ANCHE PER OVER 80 E FRAGILI OVER 60

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI