“Grave incidente, auto sui passanti”: al CEFPAS simulazione di maxi emergenza

“Un’automobile, a causa dell’ictus del conducente, ha travolto una giovane mamma e il figlio di pochi mesi che si trovava nel passeggino causandone la morte immediata”. Questo lo scenario oggetto della simulazione svolta presso il CEMEDIS, il Centro di simulazione del CEFPAS, nell’ambito del modulo sulle maxiemergenze del Corso teorico-pratico triennale in Medicina di Emergenza Urgenza 2020/2022.

La simulazione ha ipotizzato che l’evento da affrontare e gestire si svolgesse davanti l’ingresso principale della Casa per ferie del CEFPAS: “L’auto – riporta la nota che descrive l’evento simulato – ha continuato la sua folle corsa finendo contro un muro e investendo 5 passanti che sfortunatamente si trovavano lungo la traiettoria del mezzo. Oltre al decesso del piccolo, il conteggio delle vittime fa registrare un morto e 4 persone con gravi fratture e ferite, ricoverate nel vicino ospedale. Anche il conducente dell’auto è in coma nel reparto di terapia intensiva del nosocomio”.

I medici partecipanti hanno avuto la possibilità di sperimentare all’interno dello scenario le manovre di emergenza sui feriti e valutare, sotto la guida di un facilitatore, l’appropriatezza del proprio comportamento professionale. La giornata ha avuto notevole successo tra i corsisti che nel futuro presteranno servizio nel sistema del 118. La simulazione ad alta fedeltà di questo tipo è complessa perché la realizzazione degli scenari implica il coinvolgimento di diversi attori ed ha una efficacia formativa estremamente elevata perché coinvolge la sfera emotiva dei partecipanti, in tal modo fissando in maniera stabile il ricordo dell’esperienza.

Organizzatore della giornata è stato Giovanni Priolo, coordinatore della sala operativa 118 di Catania insieme con Isabella Bartoli, direttore della stessa C.O. “Questa esperienza, realizzata con la collaborazione dei vertici della centrale Operativa 118 di Catania, rientra nell’ambito della crescita che interesserà nei prossimi anni il Centro di simulazione del Centro, il CEMEDIS”, ha dichiarato il Direttore del CEFPAS, Roberto Sanfilippo.

ECONOMIA E OCCUPAZIONE: SUD SEMPRE PIU’ DISTANTE

DROGA A PALERMO, ARRESTATO UN UOMO DI 39 ANNI 

MASCHERINE NON A NORMA E MERCE CONTRAFFATTA: SEQUESTRO A PIANA DEGLI ALBANESI 

PALERMO, INFERMIERE NON VACCINATO RICOVERATO AL CERVELLO: È GRAVE

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI