Green pass: in 40 a rischio al “Civico” di Palermo, sospeso un poliziotto a Siracusa

Nel giorno dell’introduzione dell’obbligo di Green pass sui luoghi di lavoro, anche in Sicilia emergono casi di lavoratori pizzicati senza certificazione verde, sebbene non si segnalino criticità sul fronte organizzativo e le manifestazioni di protesta siano state poche e pacifiche.

Il caso numericamente più rilevante è quello dell’azienda ospedaliera “Civico – Di Cristina – Benfratelli” di Palermo, che sta valutando le posizioni di 40 dipendenti: si tratta di tre medici, cinque tecnici, una decina di amministrativi e 22 infermieri.

A Siracusa, invece, un poliziotto in servizio presso la Questura di Siracusa ha denunciato pubblicamente sui social di essere stato sospeso perché privo di green pass (inveendo e mostrando anche il verbale firmato dai suoi stessi colleghi). La Questura ha ribadito di aver semplicemente applicato le procedure previste. A Vittoria è scattata la sospensione per un lavoratore presso il mercato ortofrutticolo di Vittoria, che però ha comunque proseguito regolarmente le attività.

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 15 OTTOBRE 2021

IL BOLLETTINO NAZIONALE DEL 15 OTTOBRE 2021

GREEN PASS, PRIMO GIORNO DI OBBLIGO PER I LAVORATORI: IN SICILIA 15 MILA TAMPONI IN UN GIORNO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI