grimaldi presenta il delitto mattarella

Grimaldi presenta “Il delitto Mattarella”. “Il mio omaggio a lui e alla famiglia”

Il regista Aurelio Grimaldi ha presentato il suo ultimo lavoro, “Il delitto Mattarella”, film che ha appena finito di girare interamente in Sicilia con cast e troupe interamente siciliane. “Piersanti Mattarella è una figura ingiustamente dimenticata. La discrezione della impeccabile famiglia e del fratello Presidente della Repubblica sono senza pari. Spero che la famiglia Mattarella possa riconoscersi ed emozionarsi in questo film, mi chiedo come mai dopo 39 anni nessuna fiction sia stata dedicata all’omicidio di Piersanti Mattarella. Questo per me è un mistero, ma mi ha dato l’onore di raccontare questa storia”.

Alla presentazione, avvenuta ai Cantieri Culturali della Zisa, erano presenti anche il presidente dell’Ars Gianfranco Miccichè, e il Governatore Nello Musumeci. “Quando ho girato la scena dell’omicidio ho avuto tre momenti di crollo emotivo – ha raccontato il regista -, il sindaco Orlando mi ha scritto che la sua vita è cambiata da quel 6 gennaio 1980, ma credo che sia cambiata quella di tanti siciliani. Ho scoperto una famiglia eccezionale che ad esempio non aveva mai pensato di creare una fondazione per la grande discrezione che la contraddistingue”.

“Credo che tutti abbiamo un conto in sospeso da saldare con la famiglia Mattarella in Sicilia e tra le vicende travagliate c’è anche quella del politico Rosario Nicoletti, nel mio film personaggio complesso e importante, un ruolo che ho affidato a Leo Gullotta. Credo sia doveroso ricordare questi anni neri della politica siciliana dove la vittima non è stata soltanto Piersanti Mattarella, ma anche Nicoletti. Spero di essere stato intellettualmente onesto. Non credo agli eroi buoni o cattivi della fiaba, non ho voluto santificare Piersanti Mattarella, credo che tutti abbiamo un conto in sospeso da saldare per quegli anni, ma la vicenda di Nicoletti umanamente ed empaticamente mi ha sconvolto, ne ho parlato anche con la figlia”.

Tante le realtà del sociale che il regista ha voluto ricordare e che hanno contribuito nel corso della lavorazione del film, appena finito di girare, dall’associazione delle Donne di Benin City al quartiere Danisinni, fino alla missione di Biagio Conte dove il regista spera di poter “presentare l’anteprima del film per dare un contributo alla missione”.

“Il Delitto Mattarella” è co-prodotto da Cine 1 Italia con mezzi propri e in qualità d’investitore esterno dalla società Edilizia Acrobatica Spa e da Arancia Cinema (con il supporto della Sicilia Film Commission e Sensi Contemporanei). Le riprese, iniziate il 4 marzo, hanno coinvolto un ricco cast siciliano, composto da Claudio Castrogiovanni, Domenico Ciaramitaro, David Coco, Fabio Costanzo, Vincenzo Crivello, Francesco Di Leva, Donatella Finocchiaro, Lollo Franco, Sergio Friscia, Ivan Giambirtone,  Leo Gullotta, Guia Jelo, Francesco La Mantia, Vittorio Magazzù, Tuccio Musumeci,  Toni Sperandeo,  Andrea Tidona,  Un vero e proprio tributo alla memoria di Piersanti Mattarella da parte degli attori siciliani coinvolti nel progetto che si avvale, a sua volta, di una troupe interamente siciliana.

 

Categorie
cultura
Facebook

CORRELATI