Crisi Ucraina, vaccini e tamponi disponibili per i profughi all’aeroporto di Palermo

La struttura commissariale per la gestione dell’emergenza Covid a Palermo vicina ai cittadini ucraini e al loro dramma. Dal 17 febbraio all’aeroporto internazionale di Palermo Falcone Borsellino, oltre all’area Covid test per i tamponi, è attiva anche una postazione vaccinale, grazie alla collaborazione con Gesap, società di gestione dell’aeroporto.

“Può usufruirne chiunque, di qualunque nazionalità, che debba ancora ricevere le somministrazioni, ma in questo momento il nostro pensiero va in particolare ai cittadini ucraini – dichiara il commissario Covid di Palermo, Renato Costa -. Le nostre aree Covid test e vaccini in aeroporto sono a disposizione di chi scappa dall’orrore della guerra”.

Oltre a medici, infermieri e personale amministrativo della Fiera del Mediterraneo, l’ufficio per la gestione dell’emergenza Covid nella Città metropolitana di Palermo, coordinato da Costa, metterà a disposizione anche un proprio mediatore culturale.

Allo scalo aeroportuale di Palermo i vaccini si effettuano ogni giorno, festivi compresi, dalle 10 alle 17, nella sala arrivi, area check-in C. I tamponi, invece, vengono eseguiti da personale medico della struttura commissariale nell’area Covid test, a circa 700 metri dall’aerostazione.

MARSALA, UNA BOMBOLA ESPLODE ALL’INTERNO DI UNA CASA: MUORE UNA DONNA DI 90 ANNI

TERZO MANDATO PER I SINDACI, COCCHIARA (ASAEL): “SERVE UNA RIFORMA ORGANICA”

SICILIA, C’È IL “NO” AL TERZO MANDATO PER I SINDACI: RINVIATI ANCHE GLI AUMENTI DI STIPENDIO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI