I 5 Stelle bocciano il ddl sulle variazioni di bilancio: “Una porcata”

Anche il Movimento 5 Stelle si muove sul versante delle variazioni di bilancio e il tema è stato oggetto di una diretta Facebook nel corso della quale il leader siciliano Giancarlo Cancelleri attacca il Governo Musumeci e la sua maggioranza parlando di “guerra interna” e del capo del governo come “grande assente”.

I pentastellati non ci girano attorno e parlano di “grande porcata, partorita in un clima di grande confusione e guerra tra bande all’interno della maggioranza”. Una bocciatura netta per il ddl sulle variazioni di bilancio che approderà tra poche ore in Aula. Nel corso di una diretta Facebook i parlamentari Francesco Cappello, Stefano Zito, Giorgio Pasqua, Sergio Tancredi e Giancarlo Cancelleri hanno stigmatizzato l’assenza di Musumeci ”nel momento in cui – ha affermato Cappello – la popolarità del governo sta precipitando, come attestato da un sondaggio pubblicato dai media”.

Le note negative del ddl evidenziate dai deputati sono molteplici soprattutto nel campo sanità e dei finanziamenti ai Comuni  “che vanno distribuiti a tutti i Comuni e non solo a Catania”, ha detto Cancelleri chiedendo di tutelare i Comuni virtuosi sul versante della raccolta differenziata. Nel campo della sanità duro l’affondo di Pasqua:  “I 20 milioni ‘restituiti’ ai disabili con una clamorosa retromarcia saranno recuperati attingendo ai 23 milioni non spesi per i farmaci innovativi per le cure oncologiche. Cosa vergognosa e di cui pretendiamo spiegazioni. Perché queste somme non sono state spese? Se si arriva a pensare di togliere 20 milioni al fondo per i disabili non si può non parlare di porcata. E del fallimento del governo Musumeci”.

Criticati da Pasqua e Cancelleri anche gli insopportabili tagli al fondo per gli autistici, a quello per la povertà e a quello per i carabinieri di scorta agli ispettori del lavoro. A caratterizzare l’azione di governo e maggioranza per il M5S non sono state solo le “porcate”, ma anche una notevole confusione ed approssimazione, messa in rilievo da Sergio Tancredi. “C’è – ha detto il deputato – un grandissimo deficit di comunicazione tra i vari settori dell’amministrazione. Ieri abbiamo appreso, ad esempio, che i fondi per le recenti emergenze climatiche vanno riprogrammati, quando in parecchi casi sono stati già spesi”.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI