cetrioli

I cetrioli siciliani? Vanno a ruba all’estero. L’esempio dell’azienda Venezia di Comiso

In Sicilia c’è un’azienda agricola che è un punto di riferimento nella coltivazione dei cetrioli, un prodotto più amato all’estero che in Italia.

Il direttore della produzione Giuseppe Venezia, come si legge su Freshplaza.com, ha infatti spiegato che “anche se la coltivazione di cetrioli non è molto diffusa in Sicilia, si tratta di un prodotto che consente alle aziende di diversificare i propri ricavi perché c’è molta domanda internazionale”.

L’imprenditore agricolo ha raccontato che “la produzione di cetrioli è nata più di 40 anni fa” e la sua coltivazione “ha permesso alla nostra azienda di essere un punto di riferimento in questo segmento di mercato. Siamo una delle poche aziende che coltivano cetrioli e, quindi, possiamo essere soddisfatti in termini di reddito. Coltiviamo anche una varietà chiamata ‘mini – cetriolo’, molto apprezzata all’estero. Grazie ad alcuni consigli in chiave marketing che abbiamo ricevuto, prevediamo di aumentare la nostra produzione entro il prossimo anno”.

L’azienda Venezia – come si legge sempre su Freshplaza.com – occupa 2,5 ettari e si trova a Comiso, in provincia di Ragusa. Lì non si produce solo cetrioli ma anche pomodori da tavola a bacca piccola, come il famoso ciliegino.

L’azienda agricola Stefano Venezia ha poi voluto sottolineare che la coltivazione dei campi avviene con il metodo dell’agricoltura convezionale, “tuttavia riduciamo al minimo l’uso di prodotti fitosanitari. Allo stesso tempo, consideriamo molto l’importante lo smaltimento dei rifiuti, sia quelli vegetali sia i materiali plastici usati per la gestione della struttura. Crediamo fortemente che la sostenibilità ambientale sia un aspetto chiave per lo sviluppo socio – economico e culturale, in quanto entrambi implicano il rispetto del territorio”.

Categorie
economia
Facebook

CORRELATI