I dipendenti regionali querelano Musumeci: il sindacato raccoglie le adesioni

Il sindacato dei dipendenti regionali raccoglie le adesioni per querelare il presidente della Regione Nello Musumeci. Si terrà infatti giovedì 22 ottobre l’assemblea dei lavoratori regionali indetta dal Siad-Csa-Cisal per la raccolta delle adesioni contro il “governatore” siciliano, che nei giorni scorsi aveva definito “inutili” circa il 70% dei dipendenti.

L’assemblea, aperta a iscritti e non iscritti, si terrà al Centro giovanile Don Orione di via Pacinotti 49 a Palermo a partire dalle ore 9 e per tutta la mattina.

“Il presidente qualche giorno fa ha reiterato le sue inqualificabili offese nei confronti del personale della Regione Siciliana – dicono Giuseppe Badagliacca e Angelo Lo Curto del Siad-Csa-Cisal – Adesso i lavoratori ne hanno abbastanza e sono pronti a difendersi in ogni sede: la nostra organizzazione sindacale mette i propri legali a disposizione di tutti i dipendenti e in modo completamente gratuito”.

“Ogni dipendente, munito di mascherina e documento di identità, potrà apporre la sua firma alla querela che sarà autenticata dall’avvocato – continuano Badaglicca e Lo Curto – Garantiremo il rispetto delle distanze e di tutte le misure di contenimento previste dalle norme, esattamente l’opposto di quello che succede in molti uffici regionali in cui si mette a rischio la salute di lavoratori che devono subire anche gli insulti del Governo”.

BENI SEQUESTRATI AL BOSS DI CACCAMO CONDANNATO

AMMINISTRATIVE, I RISULTATI DEI BALLOTTAGGI

AGRIGENTO, MICCICHE’ E’ IL NUOVO SINDACO

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI