Il Calcio Catania è stato dichiarato fallito: arriva la sentenza del Tribunale

Il Calcio Catania è stato dichiarato fallito. Arriva il verdetto della sezione fallimentare al Tribunale etneo, che dunque (dopo l’udienza svoltasi nella giornata di martedì) accoglie l’istanza di fallimento del club calcistico, presentata dalla Procura nei mesi scorsi.

Il club e l’attuale proprietà hanno 30 giorni per impugnare in appello la sentenza di fallimento, ma nel frattempo il club sarà posto in esercizio provvisorio fino al 2 gennaio e affidato ai curatori: a loro il compito di trovare le risorse necessarie anche per portare a termine la attuale stagione sportiva in Serie C.

La squadra scenderà in campo contro il Monopoli, ma i tempi per “salvare” il campionato sono strettissimi. Una via potrebbe essere quella di cedere il titolo sportivo a un nuovo soggetto che si accolli i debiti “sportivi” e permetta alla squadra di continuare a giocare, ma sono state poste condizioni molto stringenti per concedere eventuali proroghe alla durata dell’esercizio provvisorio.

Se la formazione etnea dovesse saltare due match (stando alle normative federali) verrebbe esclusa automaticamente dal campionato, annullando così tutti i risultati maturati dalla squadra in questione (la vecchia normativa “salvava” invece i risultati del girone d’andata se questo si era ormai concluso).

CSM, FRANCESCO LO VOI É IL NUOVO PROCURATORE DI ROMA

DROGA, SPACCIAVA MENTRE ERA AI DOMICILIARI: ARRESTATO UN 35ENNE NEL MESSINESE

COVID, I NAS SCOPRONO 308 MEDICI NON VACCINATI AL LAVORO: OPERAZIONI ANCHE IN SICILIA

 

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI