Il Cga condanna la Regione a pagare gli interessi ad un ente di formazione professionale 

Dopo un contenzioso durato 4 anni il Consiglio di giustizia amministrativa ha condannato la Regione Siciliana a pagare anche gli interessi all’ente di formazione Engim Sicilia, oltre a quanto già dovuto, come riconosciuto da altre cause e altri giudici, ma mai corrisposto dall’amministrazione regionale.

Alla cifra iniziale di 1,8 milioni di euro si devono aggiungere oltre 800 mila euro di interessi per il tempo trascorso. Lo ha stabilito la sentenza del Cga che ha accolto il ricorso in appello fatto dall’Ente, a cui il Tar aveva riconosciuto solo gli emolumenti ma non gli interessi.

Un contenzioso aperto quattro anni fa nel quale è stata riconosciuta la legittimità delle istanze dell’Ente e sul quale si sono pronunciati il giudice civile e quelli amministrativi di Tar e Cga. Se entro 60 giorni la Regione non avrà adempiuto a dare corso al dispositivo il dirigente del dipartimento della formazione professionale sarà nominato commissario ad acta per l’esecuzione della sentenza.

Categorie
economia
Facebook

CORRELATI