processo messina denaro rinviato al 20 giugno

Il cognato di Messina Denaro è in rianimazione, rinviato il processo “Annozero”

È stato rinviato al 20 giugno il processo nato dall’indagine “Annozero”, che ha azzerato le cosche mafiose trapanesi legate al boss latitante Matteo Messina Denaro. In aula oggi è stata comunicata la notizia del ricovero del cognato del padrino di Castelvetrano, Rosario Allegra.

Allegra, marito di Giovanna Messina Denaro, sorella del boss, avrebbe avuto un aneurisma cerebrale ed è ricoverato nella Rianimazione dell’azienda ospedaliera Santa Maria di Terni. Arrestato per associazione mafiosa, era detenuto in regime di carcere duro.

Il processo riguarda 18 dei 33 presunti mafiosi o fiancheggiatori di Cosa Nostra coinvolti nell’operazione “Annozero” del 19 aprile 2018.  Ventidue furono, allora, i provvedimenti di fermo emessi su richiesta della Dda. Tra questi, uno anche per il superlatitante Matteo Messina Denaro, la cui posizione, però, lo scorso 21 febbraio, è stata stralciata dal gup di Palermo Cristina Lo Bue in quanto “irreperibile”, con rinvio al 21 febbraio 2020.

Nel processo è imputato anche un altro cognato di Messina Denaro, Gaspare Como, di 50 anni, al quale si contesta un ruolo di vertice. Gaspare Como sarebbe stato designato dal cognato, per un certo periodo, quale “reggente” del mandamento di Castelvetrano. Nell’inchiesta, è emerso l’interesse del clan anche nel settore delle scommesse online, oltre ai reati di estorsione e danneggiamenti.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI