Il collegato alla finanziaria approda a Sala d’Ercole

L’Assemblea regionale siciliana, dopo la commemorazione del povero Sebastiano Tusa, ha cominciato l’esame del collegato alla finanziaria. Già in mattinata la commissione Bilancio aveva lavorato per trovare una soluzione tecnica per poter sbloccare i fondi accantonati nella finanziaria.

Un altro punto in commissione riguardava il Trasporto pubblico locale, con i 48 Mln previsti che saranno prelevati dalla spalmatura in 4 anni, invece che 3, del famoso disavanzo di 540 mln. Disavanzo che appena sarà pubblicato il decreto del Presidente della Repubblica (decreto che consente la spalmatura in 10 anni dei 540 mln, accordo già raggiunto in commissione paritetica), si avranno ulteriori risorse a disposizione.

I lavori condotti dal Presidente Miccichè sono filati in maniera liscia. Non si è registrato alcun contraccolpo dopo lo scontro di ieri pomeriggio tra il capogruppo di Forza Italia Giuseppe Milazzo e l’assessore all’Economia, Gaetano Armao. Il neo parlamentare europeo aveva puntato il dito contro Armao tacciato di avere “fallito” nella trattativa con lo Stato per l’irrisoria somma ottenuta, di appena 100 milioni di euro, a favore delle ex province.

Nei lavori odierni Sala d’Ercole ha accantonato tre articoli e un quarto è stato stralciato. Due gli articoli approvati: l’articolo sul “Garante dei detenuti”, e quello sulla “Semplificazione della certificazione sanitaria in ambito scolastico”. Un ampio dibattito ha poi impegnato l’aula nella discussione dell’articolo sul “Trasporto pubblico”, che si è fermato prima del voto finale. Se ne riparlerà martedì prossimo alle 16,00 quando è stata riconvocata l’aula.

Categorie
politica
Facebook

CORRELATI