Il Comune di Palermo aderisce al Manifesto della comunicazione non ostile

La Giunta comunale di Palermo ha aderito al Manifesto della comunicazione non ostile, stilato dall’associazione no profit “Parole ostili“. Il documento ha l’obiettivo di responsabilizzare ed educare gli utenti della Rete a scegliere con cura le parole da utilizzare soprattutto sui social networks.

Oltre al Comune di Palermo, che si impegnerà a darne attuazione in tutte le attività, non solo quelle on line, il Manifesto è già stato sottoscritto da molti altri comuni italiani e il progetto ha ricevuto la medaglia del Presidente della Repubblica.

“Un’iniziativa oggi importantissima, per combattere fenomeni di violenza verbale sempre più diffusi e che sono terreno di coltura per violenze di ben altro tipo – ha dichiarato il sindaco Orlando -. Con tante amministrazioni comunali, e anche con Anci, ci stiamo facendo sostenitori e promotori di percorsi di educazione ad un corretto utilizzo dei media, al loro ritorno a strumento di comunicazione e contatto fra le persone, piuttosto che conflitto e divisione. Anche per questo, oltre all’adesione formale, l’Amministrazione si farà sostenitrice pure tramite le Consulte, di specifiche iniziative di diffusione del Manifesto”.
Categorie
politica
Facebook

CORRELATI