Il coronavirus e le misure di contenimento del contagio: quanta confusione!

Dal Governo nazionale alle amministrazioni locali: c’è un modo diverso di interpretare le emergenze sanitarie ed economiche, le priorità non sono le stesse e non è la stessa neanche la maniera di intendere le restrizioni. Il coronavirus provoca dunque anche l’effetto caos tra i cittadini, sballottati tra regole a volte diverse ma soprattutto scritte anche in modo cervellotico.

E’ questo, ad esempio, il problema tra i gestori dei locali pubblici o per gli operatori del settore cerimonie che non sanno più che pesci prendere con il numero degli invitati “consentiti” e con le responsabilità in casi di controlli. Ci sono già matrimoni annullati o rinviati, problemi con le aziende di catering, i posti della “movida” hanno già visto ridurre drasticamente i clienti e la situazione tende a peggiorare.

Il Governatore della Sicilia Musumeci è orientato a evitare la “linea dura”, cercando di consentire la prosecuzione di tutte le attività economiche, sebbene con l’applicazione delle misure di contenimento del contagio, in modo da non creare le condizioni per altri crac economici degli imprenditori o per non appesantire le casse regionali con eventuali risarcimenti.

Musumeci è in contatto con gli altri Governatori d’Italia ed è tra quelli che punta a una revisione del Dpcm verso minori restrizioni, fermo restando che sul trasporto pubblico locale c’è una linea condivisa di consentire che i mezzi viaggino con l’80% massimo della capienza.

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando è invece orientato alla linea dura. Nel giro di poche ore firmerà un’ordinanza che si prevede piuttosto penalizzante per i locali pubblici con il divieto di vendere alcolici dopo le 21.00 (compresi supermercati notturni e distributori automatici): sarà annullato il tradizionale concerto di Capodanno in piazza Politeama oltre alla Fiera dei Morti e alla Fiera di Natale in modo da evitare occasioni di assembramento.

CASO SHALABAYEVA, CINQUE ANNI AL QUESTORE CORTESE

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 14 OTTOBRE

VIRGIN, CHIESTA LA REVOCA DEL PROVVEDIMENTO DI SEQUESTRO

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI