Alessandro Cannizzo è nel riquadro.

Il detenuto evaso durante il Festino è in Spagna. Non ha i soldi per tornare

Due settimane fa, quando insieme ad altri detenuti stava lavorando al carro trionfale di Santa Rosalia, Alessandro Cannizzo è scappato, facendo perdere le tracce di sé.

Come riportato dal Giornale di Sicilia, però, l’uomo si troverebbe in Spagna (precisamente a Barcellona) e, tramite i suoi familiari, avrebbe contattato la Questura di Messina per farsi prendere.

Cannizzo, infatti, non avrebbe più risorse economiche e, quindi, non saprebbe come tornare in Sicilia dove vorrebbe costituirsi.

Gli investigatori, però, non hanno confermato la notizia e le indagini sono in corso.

Cannizzo era uno dei detenuti che aveva il compito non solo di lavorare alla realizzazione del carro del Festino ma anche di trainarlo durante l’evento.

Cannizzo si trovava in carcere per reati contro il patrimonio, condannato a sei anni di reclusione e gliene restavano da scontare due.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI