Il dolore del padre di Alessio: “Lascerò Vittoria, pretendo giustizia per mio figlio”

“Non riesco più a vivere in questa città”. Al termine dei funerali del piccolo Alessio, travolto e ucciso da un Suv insieme al cugino Simone, il padre Alessandro D’Antonio ha annunciato di voler lasciare la città di Vittoria, sopraffatto dal dolore per la morte del figlio.

Un grido di dolore dopo essere arrivato stremato sull’altare, a cui però si aggiunge anche una richiesta di giustizia: “Non riesco più ad entrare nella mia casa. Ora chiedo e pretendo giustizia per mio figlio”.

Proprio nella mattinata dei funerali è arrivata anche la notizia della morte del cuginetto di Alessio, Simone: era in condizioni gravissime dopo aver subito l’amputazione delle gambe nello schianto.

Categorie
attualità
Facebook

CORRELATI