Il maestro Muti dal Teatro Massimo di Palermo: “Musica e teatri dimenticati”

Salviamo il mondo dei teatri e i suoi musicisti. L’appello arriva dal maestro Riccardo Muti, in collegamento dal Teatro Massimo di Palermo, dove è impegnato nelle prove per la ‘Messa da Requiem’ di Giuseppe Verdi, che sarà eseguita sabato.

Intervenuto alla seconda e ultima giornata di “Sud-progetti per ripartire”, Muti sottolinea: “Vi parlo da uno dei teatri più belli del mondo, dove c’è un’eccellenza italiana, di musicisti, che vengono oggi un po’ messi da parte. Attendiamo giustizia per il mondo della musica, il mondo dei teatri, soprattutto nel meridione, teatri che ci sono stati regalati dai nostri antenati e oggi vengono dimenticati”.

E aggiunge: “Chi pensa alle bande? Vanto dell’Italia meridionale, oggi sono letteralmente alla fame e non gli si dà nessuna importanza. In Italia (che è il Paese della musica) quando si parla di musica si parla al 90% di quella leggere, pop ma non sento mai l’accento su quella che é la musica con la M maiuscola”.

PALERMO, SPARATORIA ALLO ZEN: FERMATE DUE PERSONE

MESSINA, BENI CONFISCATI A UN IMPRENDITORE

PALERMO, ORA SI PENSA DI VACCINARE ANCHE DI NOTTE

IL BOLLETTINO DELLA SICILIA DEL 23 MARZO 2021

 

Categorie
cultura
Facebook

CORRELATI